Un giorno all’improvviso…

Un giorno all’improvviso….ti accorgi che ciò che fino a ieri era semplicemente un dialogo dovuto…..diventa un dialogo voluto… Ti conosco ormai da tanti anni….forse sette….e tra di noi abbiamo sempre parlato in maniera fluida e spontanea. Ma più che un dialogo è sempre stato un rapporto di lavoro creatosi nel pieno rispetto di entrambi…. e che piano piano si è trasformato in quell’amicizia…bella….vera… pulita…e che non ti aspetti mai di poter trovare in un uomo….forse perchè tutti ci ricordano..sbagliando…. che l’uomo è stronzo…perchè egoista e non in grado di donare nulla con il cuore…. Per i miei gusti si generalizza troppo quando si parla di esperienze vissute …perchè ogni esperienza è a sè e  non deve essere un marchio indelebile da tatuare sull’anima delle persone…Dimentichiamoci di queste vecchie credenze generiche e fin troppo popolari e ricordiamoci di puntare il dito prima sui noi stessi che sugli altri…Nessun essere umano può essere giudicato senza aver prima indossato le sue scarpe e senza aver fatto un pò del suo percorso. E soprattutto nessun giudizio è così insindacabile e irrevocabile da non poter essere rivisto e corretto nel tempo…Caro e dolce amico…devo proprio dirti che la tua amicizia è per me quell’ancora di salvezza a me indispensabile per poter credere che con il tempo la mia vita ritroverà la direzione perduta. Sei arrivato nella mia vita in un giorno di settembre…Avevo appena intrapreso un percorso difficile del mio vivere….e già dopo pochi passi avevo capito che stavo entrando in un tunnel senza uscita…. quindi più che consapevole del mio tunnel….Ma non avevo nè la forza e tanto meno la determinazione giusta per poter cambiare il corso degli eventi..Abbiamo provato qualche volta ad approfondire la nostra conoscenza…ma la mia mente era talmente annebbiata dalle tante domande e dalle poche risposte ottenute che non sono mai andata più in là di un  sorriso…o di un distratto….ciao…come stai?…. Quante volte ho sviato da percorsi insidiosi nei quali tu involontariamente o volontariamente… (non lo so)…. mi dirigevi con i tuoi timidi inviti…che puntualmente non sapevo come affrontare….Qualche volta ti dicevo si…parliamone…ma tanto sapevo già che quel si sarebbe diventato un no perchè avevo troppa paura di ammettere con me stessa che mi sentivo infelice…in una vita che non sentivo mia…con un compagno che era tutto tranne che un compagno….Mi ostinavo a voler far funzionare tutto ciò che già sapevo non avrebbe mai funzionato perchè mancavano le basi affinchè potesse funzionare,  non riuscendo a capire che ero completamente drogata di un amore malato che piano piano si stava insinuando dentro di me fino a ridurmi l’ombra di me stessa, incapace di gestire in maniera autonoma la mia vita…Le droghe ti rendono dipendente da tutto tranne che da te stessa….fino a non sapere più chi fossi io e dove stessi andando… E tu…che non sei scemo…e che forse eri consapevole di questo…non insistevi più di tanto nel ripetere l’invito…Magari un no ti avrebbe dato fastidio…o più semplicemente non avevi voglia di metterti nel mezzo di una situazione giù complicata di per se. Avevi giù le tue complicazioni….anche più serie delle mie….e non era proprio il caso di complicarsi la vita per una deficiente come me che pensava di non riuscire a vivere senza di “lui”…che aveva fatto della mia vita un vero e proprio incubo dal quale si fa fatica a svegliarsi….Non ho più ricevuto inviti…ma la nostra amicizia è continuata e continua tutt’ora…tra risate, confidenze, sfoghi…e grandi chiacchierate con in mano una tazzina di caffè bollente. Sei venuto più di una volta in mio soccorso….Sei stato con me in ginocchio a montarmi i mobili di casa…quando..un bel giorno di dicembre…ho deciso di dare una svolta decisiva alla mia vita, lasciandomi alle spalle tutto il marcio che aveva contribuito a farmi perdere totalmente la stima di me stessa….riducendola a uno zero meno meno….Mi hai confortato con messaggi e telefonate quando ti scrivevo che mi sentivo sola e che tutto stava diventando estremamente complicato….”Ce la farò mai?”…Te lo chiedevo in lacrime…e tu mi rispondevi che ce l’avrei fatta alla grande….perchè ora finalmente avevo la volontà per farcela…Quando ti ho chiamato disperata perchè in preda a un attacco di panico….hai lasciato tutto ciò che stavi facendo e sei corso da me….raccontandomi la giusta dose di cazzate necessaria a farmi riprendere il controllo di me stessa…allontanando la mia mente da pensieri inutili e non indispensabili al mio quieto vivere. Tutto questo per me ha un valore….che con il tempo aumenta di spessore…perchè la sostanza è molto più importante dell’apparenza….e tutti a questo mondo preferiscono apparire piuttosto che essere…..Ma…l’amicizia…può trasformarsi in qualcos’altro?….E’ una domanda che mi faccio spesso in questi giorni….Tutti dicono che tutto parte dall’amicizia….quindi….che risposta dare a questa mia domanda? Proprio non lo so…so soltanto che sto bene quando ti parlo….Sto bene quando mi cerchi semplicemente per parlarmi di te…delle tue ansie…dei tuoi progetti…e anche dei tuoi problemi… Sto talmente bene che non riesco a fare i miei soliti discorsi sensati e dettati dal ragionamento… Ogni tanto mi perdo nelle tue parole…mi dimentico di quel che mi stai dicendo…e ti rispondo con la prima cosa che mi passa per la testa…che magari non ha alcuna attinenza con il discorso che stiamo facendo.. Ma sinceramente parlando…non saprei proprio come risponderti per darti l’idea di un ragionamento ponderato ed equilibrato….perchè mentre parli mi concentro esclusivamente sull’ascoltare la tua voce squillante che arriva alle mie orecchie come una carezza sul viso in un giorno in cui pensi che non ricordi più cosa voglia dire ricevere una carezza…. Hai preso tanti di quei pugni che se una mano si avvicina a te semplicemente per toglierti i capelli dagli occhi…ti scosti per paura di prendere l’ennesimo pugno….La telefonata è durata il tempo necessario per regalarmi una serata diversa…libera dai pensieri….e arricchita di tante belle emozioni…. Sarà che la mia vita è una ricerca continua e costante nel tempo di emozioni….che non ho paura ad ammettere con me stessa che tu sei una bella emozione capitata per caso e rivalutata nel tempo…. E’ una meraviglia rivalutare cose e persone….perchè puoi accorgerti che magari hai dato troppa importanza a ciò che non necessitava alcuna importanza….mentre invece hai trascurato quel qualcosa che invece meritava attenzione e cura….perchè in fondo in quel qualcosa forse si nascondeva la magia che cercavi….e che hai sempre fatto fatica a trovare….Chissà se mai ti arriveranno questi pensieri…e chissà se capirai che sono rivolti a te….Ci riderai sopra?….Farai finta di nulla perchè imbarazzato e sopreso? O sorriderai consapevole di aver provato una bella e inaspettata emozione nel leggermi? Ai posteri l’ardua sentenza…..e d’altronde…perchè vergognarsi di essere noi stessi? Fiera di essere quel che sono…..perchè sono io….con un cuore che batte e un’anima che vibra….

Un giorno all’improvviso…ultima modifica: 2016-07-06T23:11:37+02:00da morgana662010
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento