Latest Posts

Un giorno all’improvviso…

Un giorno all’improvviso….ti accorgi che ciò che fino a ieri era semplicemente un dialogo dovuto…..diventa un dialogo voluto… Ti conosco ormai da tanti anni….forse sette….e tra di noi abbiamo sempre parlato in maniera fluida e spontanea. Ma più che un dialogo è sempre stato un rapporto di lavoro creatosi nel pieno rispetto di entrambi…. e che piano piano si è trasformato in quell’amicizia…bella….vera… pulita…e che non ti aspetti mai di poter trovare in un uomo….forse perchè tutti ci ricordano..sbagliando…. che l’uomo è stronzo…perchè egoista e non in grado di donare nulla con il cuore…. Per i miei gusti si generalizza troppo quando si parla di esperienze vissute …perchè ogni esperienza è a sè e  non deve essere un marchio indelebile da tatuare sull’anima delle persone…Dimentichiamoci di queste vecchie credenze generiche e fin troppo popolari e ricordiamoci di puntare il dito prima sui noi stessi che sugli altri…Nessun essere umano può essere giudicato senza aver prima indossato le sue scarpe e senza aver fatto un pò del suo percorso. E soprattutto nessun giudizio è così insindacabile e irrevocabile da non poter essere rivisto e corretto nel tempo…Caro e dolce amico…devo proprio dirti che la tua amicizia è per me quell’ancora di salvezza a me indispensabile per poter credere che con il tempo la mia vita ritroverà la direzione perduta. Sei arrivato nella mia vita in un giorno di settembre…Avevo appena intrapreso un percorso difficile del mio vivere….e già dopo pochi passi avevo capito che stavo entrando in un tunnel senza uscita…. quindi più che consapevole del mio tunnel….Ma non avevo nè la forza e tanto meno la determinazione giusta per poter cambiare il corso degli eventi..Abbiamo provato qualche volta ad approfondire la nostra conoscenza…ma la mia mente era talmente annebbiata dalle tante domande e dalle poche risposte ottenute che non sono mai andata più in là di un  sorriso…o di un distratto….ciao…come stai?…. Quante volte ho sviato da percorsi insidiosi nei quali tu involontariamente o volontariamente… (non lo so)…. mi dirigevi con i tuoi timidi inviti…che puntualmente non sapevo come affrontare….Qualche volta ti dicevo si…parliamone…ma tanto sapevo già che quel si sarebbe diventato un no perchè avevo troppa paura di ammettere con me stessa che mi sentivo infelice…in una vita che non sentivo mia…con un compagno che era tutto tranne che un compagno….Mi ostinavo a voler far funzionare tutto ciò che già sapevo non avrebbe mai funzionato perchè mancavano le basi affinchè potesse funzionare,  non riuscendo a capire che ero completamente drogata di un amore malato che piano piano si stava insinuando dentro di me fino a ridurmi l’ombra di me stessa, incapace di gestire in maniera autonoma la mia vita…Le droghe ti rendono dipendente da tutto tranne che da te stessa….fino a non sapere più chi fossi io e dove stessi andando… E tu…che non sei scemo…e che forse eri consapevole di questo…non insistevi più di tanto nel ripetere l’invito…Magari un no ti avrebbe dato fastidio…o più semplicemente non avevi voglia di metterti nel mezzo di una situazione giù complicata di per se. Avevi giù le tue complicazioni….anche più serie delle mie….e non era proprio il caso di complicarsi la vita per una deficiente come me che pensava di non riuscire a vivere senza di “lui”…che aveva fatto della mia vita un vero e proprio incubo dal quale si fa fatica a svegliarsi….Non ho più ricevuto inviti…ma la nostra amicizia è continuata e continua tutt’ora…tra risate, confidenze, sfoghi…e grandi chiacchierate con in mano una tazzina di caffè bollente. Sei venuto più di una volta in mio soccorso….Sei stato con me in ginocchio a montarmi i mobili di casa…quando..un bel giorno di dicembre…ho deciso di dare una svolta decisiva alla mia vita, lasciandomi alle spalle tutto il marcio che aveva contribuito a farmi perdere totalmente la stima di me stessa….riducendola a uno zero meno meno….Mi hai confortato con messaggi e telefonate quando ti scrivevo che mi sentivo sola e che tutto stava diventando estremamente complicato….”Ce la farò mai?”…Te lo chiedevo in lacrime…e tu mi rispondevi che ce l’avrei fatta alla grande….perchè ora finalmente avevo la volontà per farcela…Quando ti ho chiamato disperata perchè in preda a un attacco di panico….hai lasciato tutto ciò che stavi facendo e sei corso da me….raccontandomi la giusta dose di cazzate necessaria a farmi riprendere il controllo di me stessa…allontanando la mia mente da pensieri inutili e non indispensabili al mio quieto vivere. Tutto questo per me ha un valore….che con il tempo aumenta di spessore…perchè la sostanza è molto più importante dell’apparenza….e tutti a questo mondo preferiscono apparire piuttosto che essere…..Ma…l’amicizia…può trasformarsi in qualcos’altro?….E’ una domanda che mi faccio spesso in questi giorni….Tutti dicono che tutto parte dall’amicizia….quindi….che risposta dare a questa mia domanda? Proprio non lo so…so soltanto che sto bene quando ti parlo….Sto bene quando mi cerchi semplicemente per parlarmi di te…delle tue ansie…dei tuoi progetti…e anche dei tuoi problemi… Sto talmente bene che non riesco a fare i miei soliti discorsi sensati e dettati dal ragionamento… Ogni tanto mi perdo nelle tue parole…mi dimentico di quel che mi stai dicendo…e ti rispondo con la prima cosa che mi passa per la testa…che magari non ha alcuna attinenza con il discorso che stiamo facendo.. Ma sinceramente parlando…non saprei proprio come risponderti per darti l’idea di un ragionamento ponderato ed equilibrato….perchè mentre parli mi concentro esclusivamente sull’ascoltare la tua voce squillante che arriva alle mie orecchie come una carezza sul viso in un giorno in cui pensi che non ricordi più cosa voglia dire ricevere una carezza…. Hai preso tanti di quei pugni che se una mano si avvicina a te semplicemente per toglierti i capelli dagli occhi…ti scosti per paura di prendere l’ennesimo pugno….La telefonata è durata il tempo necessario per regalarmi una serata diversa…libera dai pensieri….e arricchita di tante belle emozioni…. Sarà che la mia vita è una ricerca continua e costante nel tempo di emozioni….che non ho paura ad ammettere con me stessa che tu sei una bella emozione capitata per caso e rivalutata nel tempo…. E’ una meraviglia rivalutare cose e persone….perchè puoi accorgerti che magari hai dato troppa importanza a ciò che non necessitava alcuna importanza….mentre invece hai trascurato quel qualcosa che invece meritava attenzione e cura….perchè in fondo in quel qualcosa forse si nascondeva la magia che cercavi….e che hai sempre fatto fatica a trovare….Chissà se mai ti arriveranno questi pensieri…e chissà se capirai che sono rivolti a te….Ci riderai sopra?….Farai finta di nulla perchè imbarazzato e sopreso? O sorriderai consapevole di aver provato una bella e inaspettata emozione nel leggermi? Ai posteri l’ardua sentenza…..e d’altronde…perchè vergognarsi di essere noi stessi? Fiera di essere quel che sono…..perchè sono io….con un cuore che batte e un’anima che vibra….

La mia stanchezza…..

La mia stanchezza nasce dal presupposto che non si nasce stanchi….lo si diventa dopo aver smesso di pensare che nella vita torna tutto quello che dai…No…non è vero che torna….torna semplicemente tutto quello in cui non hai smesso di credere nonostante tu non sappia più minimamente cosa fare per continuare a crederci. E’ un mercoledì mattina di una ennesima estate balorda che vivo. E tutti gli anni, quando torna l’autunno dico a me stessa che la prossima estate sarà diversa…E invece…eccomi qui…ore nove del mattino, a guardare fuori dalla finestra, annusando il profumo del caffè, ascoltando la giornata che inizia, e rimuginando ancora una volta tra me e me sull’andamento di questa mia vita che sembra scandire vecchi clichè dai quali non riesco a dissociarmi. E’ difficile per me parlarne, anche perchè per quanto io possa parlarne sono stanca di sentirmi dire che è colpa mia…che la vita rimanda indietro ciò che semini…e che con i vecchi schemi non c’è nulla da guadagnarci. Peccato che siano tutti dei geni con le vite altrui…e quando si tratta di affondare il coltello nei tuoi errori non sfugge loro neanche quel filo d’erba che mastichi in bocca per miscelare un pò quel sapore di amore che anche oggi non ti abbandona. Però poi se vai a scavare nelle loro vite…ti senti anche dire che sei un pò stronza perchè prima di giudicare devi indossare gli altrui panni e le altrui scarpe. Mi piace essere stronza….ma il mio essere stronza è semplicemente coerenza che non tutti hanno voglia di avere. Indossare i panni altrui non è facile…ma provare ad indossarli è ciò che giornalmente faccio prima di dire ciò che penso…e a volte non basta neanche per farmi proferire parole perchè sono stata talmente abituata a camminare in punta di piedi in questa vita che faccio persino fatica a dirti che non la penso come te per paura che tu mi vomiti in faccia il tuo disappunto senza alcun rispetto per la mia opinione…perchè la mia vuole essere soltanto un’opinione e non una verità assoluta. E anche se fosse…è la mia verità…non la tua… Ma la verità è strana…la vogliono tutti ma nessuno la accetta e quando gliela sbatti in faccia nuda e cruda…improvvisamente diventi il nemico da combattere come se da quella verità dipendesse il successo o meno del mio vivere…o del tuo vivere…..Vivere è un’impresa da titani….proprio perchè siamo circondati da persone che non dicono la verità nemmeno a loro stessi e questo nostro vivere sta diventando un enorme paradiso di bugie che ci sta affascinando a tal punto da farci credere che possa essere il mondo perfetto in cui vivere….Strano modo di interpretare la perfezione…. Per me la vera perfezione si nasconde in quel modo imperfetto di essere che si cela in ognuno di noi per renderci tutti speciali e unici..sia ai nostri occhi…sia agli occhi di chi gioisce ancora di un mondo imperfetto che vuole lottare per diventare vivibile…soltanto vivibile….e umano…..perchè sappiate che essere umani è un pregio..e non un difetto….Peccato che l’umanità ai giorni nostri stia diventando una parolaccia più che una parola o un modo di vivere…Ore 09.08..tempo scaduto….Che io voglia o non voglia devo immergermi nella mia giornata balorda….per viverla…e magari per provare a cambiarne la direzione….Tutto dipende da noi? Non sempre…però se invece di fare a botte con i problemi proviamo a ridergli in faccia…magari i problemi ci ringraziano e proseguono la loro corsa senza di noi….

Ciao mamma…

Ciao mamma…..due giorni fa hai compiuto gli anni…e sinceramente parlandoti…non ricordo neanche quanti anni hai compiuto. E’ tanto tempo che non ho tue notizie…ed è passato altrettanto tempo da quando mi hai buttato giù il telefono senza nemmeno ascoltare cosa io avessi da dirti. Non volevo dirti nulla di particolare….volevo semplicemente parlare con te…Volevo dirti che la mia vita è una corsa ad ostacoli e che in determinati momenti mi sembra di non avere più il respiro per arrivare fino in fondo alla corsa… Non sono allenata quanto dovrei esserlo…mi manca l’energia…il sostegno….il tifo…di chi tanto tempo fa mi ha messa al mondo dimenticandosi quasi subito di averlo fatto…..Non ricordo il tuo volto….non ricordo la tua voce…e non ricordo nemmeno un tuo bacio o una tua carezza. Di te ricordo soltanto urla….schiaffi…brutte parole….e indifferenza….tanta indifferenza…..Mi hai detto sin da subito…e sin da quando ancora non ero in grado di comprendere il tuo dire…che non volevi questi tre figli….Li hai partoriti con tante difficoltà…ma invece di amarli come quel dono che arriva dal cielo in un giorno di maggio all’improvviso, li hai cestinati come si fa ai giorni d’oggi con quei documenti che sono delle semplici bozze che hai corretto più volte e che ti accorgi di non voler più modificare perchè non ti servono più…”Loro” ti hanno già archiviata in quell’angolo del cuore dove nulla più fa male……anche se il male che hai fatto loro è per loro quel tatuaggio sull’anima che non sbiadisce nemmeno in lavatrice…. “Io”…invece….non riesco a dimenticare… Il mio problema principale è avere troppa memoria…forse più memoria di un hard disk…..E purtroppo ricordo fin troppo bene le mie lacrime quando subivo i tuoi rifiuti a regalarmi quell’affetto di cui avevo tanto bisogno per crescere più sicura di me e più consapevole di un valore che anche grazie a te…e al tuo mancato amore…hanno sempre sminuito fino a farmi credere che io non merito di amare e di essere amata…. Ma forse sei tu a non meritare il mio amore….Lo so…forse sono troppo cattiva nel mio giudizio…ma più che cattiveria il mio è dolore che ho represso nel petto per tanto tempo per non sentire scoppiare il cuore….Ancora non capisco il perchè di tanti tuoi comportamenti…ma forse non mi è lecito capire…o magari tante cose più che comprese andrebbero soltanto accettate…ed io con l’accettazione faccio ancora fatica…soprattutto se devo accettare il fatto di non essere riuscita a conquistare il cuore….Ciao mamma……buon compleanno…..Ora ricordo…ne hai compiuti 70…e mi sembra ieri quando andavamo al mare insieme ed io  ammiravo le tue bellissime gambe…”Le vorrei come le tue”..ti dicevo sempre….Devo dire che le mie gambe sono belle come le tue…..però non ho te….non ho mai avuto te….e a questo punto non so se ti avrò mai…Buon compleanno mamma…No…non ti porto rancore…I rancori e gli asti non servono a nulla..se non ad allontanare ancora di più ciò che la vita e gli eventi hanno già allontanato….Chissà..magari un giorno ci ritroveremo e riuscirò a dirti che ti voglio bene senza più piangere…Ho sempre pianto…sia con te…sia senza di te….e le mamme dovrebbero asciugare le lacrime dei loro bambini…ma tu non lo hai fatto mai…….Ciao mamma….chissà dove sei…..e chissà se senza di noi sei felice…

Dr. Jeckyll and Mr. Hyde…

….Oggi una mia amica mi ha detto che le piace filosofeggiare con me…Mi ritiene una mente aperta e propensa al dialogo….insomma una bella mente….e a lei piacciono le belli menti….Ti dirò…bel complimento… Si..è vero..amo molto il confronto con le persone.. Amo la comunicazione…il dialogo…e amo farlo non con tutti…anche se ci provo con tutti…a dialogare….Non con tutti per il semplice fatto che non con tutti riesco ad aprirmi…e non a caso oggi mi è stato anche detto che io sono Dr Jeckyll e Mr Hyde…E questo non mi sembra un gran bel complimento….ma è pur sempre un opinione che come tale io voglio rispettare…Rispetto…gran bella parola….Io rispetto tutti a prescindere…anche se dovrei imparare a rispettare chi rispetta me e a non rispettare chi si ostina a volermi calpestare per il semplice gusto di farlo…Tornando al famoso Dr Jeckyll….per come la vedo io…io sono semplicemente ciò che gli altri mi permettono di essere….e se ciò che sono mi viene rimandato al mittente non una..ma mille volte….ecco che da Dr Jeckyll divento Mr Hyde…e ti comunico quel che tu vorresti ti venisse comunicato….e quel che vorrei realmente comunicarti me lo tengo per me..consapevole del fatto che con certe persone è indispensabile sentirsi sprecati e mai inadeguati. Ecco perchè mi chiedo perchè tanta fatica nel cercare di trasmettere chi sono quando in realtà chi sono interessa a pochi…e quei pochi…me lo fanno capire in mille e più modi che stanno provando ad andare oltre ciò che vedono….E’ falsità la mia? No…sempre per come la vedo io…è un proteggermi da giudizi inadeguati che non farebbero altro che continuare ad alimentare la mia enorme fragilità….e anche se mi piego ma non mi spezzo….questo vento continuo comincia a darmi fastidio….Proteggermi…lo faccio continuamente..tutti i giorni…tutti i minuti..tutti i secondi delle mie giornate….Ma tu non molli mai? Mi è stato detto anche questo….Avrei voluto rispondere in maniera adeguata….ma non sono riuscita a proferire parola…. Ho guardato in silenzio e negli occhi la persona che mi ha posto quella domanda e due lacrimoni mi sono scesi sulle guance…No che non mollo mai…Non posso mollare….perchè quelle poche volte che l’ho fatto hanno ridotto in coriandoli il mio cuore….Caro diario…sono stanca di dovermi difendere….e questo è il motivo per cui ogni tanto rido…rido tanto….scherzo….ironizzo…sdrammatizzo…e soprattutto me ne fotto di tutto e di tutti…. Non sono quella che ti immaginavi?… Io sono questa e molto altro di più…e se riesci ad andare oltre ciò che vedi scopriresti l’infinità di espressioni che può nascondere il mio volto ..espressioni che apparentemente possono sembrare tutte uguali…ma è negli occhi che devi dirigere il tuo sguardo…è negli occhi che devi leggere tutto ciò che non sempre riesco a dire per paura di scoprirmi troppo….Caro diario….con te invece mi sento nuda….magnificamente nuda….ed è per questo motivo che nei miei momenti di fragilità estrema ti vengo a cercare…ti apro con cura…e comincio a stringere con forza la mia penna cercando di trasmetterti tutto ciò che vorrei ti arrivasse…sicura che troverò sempre quel sorriso e quell’abbraccio in grado di rassicurarmi e di darmi indietro quella serenità che ultimamente faccio fatica a mantenere.. Un equilibrista sui fili…con il paracadute….ecco quel che mi sento….e a volte quel cazzo di paracadute vorrei tirarlo via per capire che sensazione si prova nel volare senza avere più paura di cadere…Però quando mollo…sono scema…sono talmente scema che mi hanno battezzata il Gianburrasca della situazione…. Ma scema con gusto e con intelligenza…senza mai varcare il limite dell’ignoranza….Sono scema con chi posso esserlo….rido senza senso con chi contagiato dal mio ridere ride insieme a me….Brindo alla vita e alla luna con quel calice di prosecco che mi inebria di allegria…anche se…allegra lo sono sempre stata e lo sono tutt’ora nonostante quei piccoli incidenti di percorso nei quali inciampo ogni tanto e durante i quali l’allegria viene velata da una sottile malinconia. Si sta bene con me…mi dicono anche questo…e mi rende felice questo… Si esce in compagnia per stare bene….e non per appesantirci vicendevolmente con i problemi di un vivere che tutti ci trasciniamo dietro come quella catena legata al piede che rallenta i nostri passi. Ogni tanto mi sfogo..esattamente come faccio con te…diario ormai indispensabile al mio vivere…ma subito dopo è il sorriso a rinascere sul mio viso..e mi concentro nuovamente su questo cielo..oggi nuvoloso…ma ora finalmente e nuovamente sgombro di nuvole…Il sole sta tramontando e sta mostrando dei colori bellissimi…come è bellissima questa opportunità di vita che abbiamo ogni giorno quando decidiamo se vivere o sopravvivere… Io scelgo di vivere….perchè la vita è quell’alito di vento che passa in fretta lasciando il posto a quell’afa mostruosa che ti impedisce in determinati momenti di respirare… Io non amo il vento…ma a volte lo chiamo a gran voce per spazzare via giornate insulse…che servono soltanto a mettere in cattiva luca le meraviglie che abbiamo di fronte ogni giorno e delle quali raramente ci accorgiamo perchè troppo occupati a lamentarci….di quel che non va….Ora che ti ho scritto sto meglio…Immagino il tuo sorriso…il tuo sguardo su queste righe che sto scrivendo..a ruota libera come sempre….Immagino tutto questo e sto bene….perchè immagino un diario vivente che ascolta…ascolta tanto…e ogni tanto risponde anche…il che di questi tempi è straordinario…. Tutti parlano, nessuno ascolta e nessuno risponde…perchè nessuno sa di cosa stai parlando….E come fanno a saperlo se non ascoltano… Mi piace tantissimo ascoltare…suoni..immagini…emozioni….E odio i rumori fastidosi… che nella mia strada sono alquanto usuali.. Macchine che passano come palle da schioppo….motorini truccati ai quali tirerei molto volentieri…e ascoltare la televisione con le finestre aperte è un’ardua impresa..se non impossibile… Ma non ti si buca mai una gomma? E soprattutto i vigili ndo cazzo stanno quando sotto casa mia si scatena sto delirio di incoscienti che probabilmente non hanno rispetto ne di loro stessi..ne degli altri..e tantomeno della vita che stanno vivendo…. Devono provare il brivido della velocità..emozione forte….secondo loro…ma i brividi più belli sono altri…e le emozioni più belle sono quelle che proviamo nel preservare da stupidità inutili tali emozioni…. E’ già emozione essere in grado di emozionarsi…..tutto il resto è relativo e alla portata di pochi eletti… Ebbene si…mi sento un’eletta in fatto di emozioni…e tutto…ma proprio tutto di questa vita mi emoziona a tal punto da trovarmi a volte con gli occhi sgranati di meraviglia…Meravigliarsi…anche questo è raro al giorno d’oggi…troppo abituati a dare tutto per scontato…anche noi stessi….Caro diario….la giornata sta terminando… E’ stata proficua..ricca di belle emozioni…e ricca anche di tante brutte emozioni….ma per me che amo che vinca sempre il bene sul male….è fantastico il solo fatto di aver provato delle belle emozioni che con un semplice dito hanno cancellato quelle brutte… Il tramonto si prospetta fantastico….Vado a fotografarlo… Poi te lo incollo qui…a un passo dal tuo cuore….chissà che non riesca ad emozionare anche te… La fine di un giorno mi emoziona sempre…perchè vuol dire che domani il sole sorgerà ancora…e una nuova avventura avrà inizio… Ti aspetto qui…sempre qui….e sempre con il sorriso sulle labbra quando ti trovo…..cuoreinlotta

La mia anima fragile…..

E poi penso a me…e a te…nudi…l’uno di fronte all’altro….Mi verrà naturale coprire le parti intime….più per paura che per vergogna…. Abbasserò gli occhi e tremerò di fronte al tuo corpo….Una lacrima scivolerà sul mio viso…e ti dirò…che non mi sento bella….e che tante brutte parole hanno reso il mio corpo quel bersaglio che hanno sempre centrato…e la mira è stata sempre perfetta…. Tu ti avvicini a me con dolcezza…mi guardi….mi sorridi…e con le tue dita asciughi le mie lacrime… Mi dici di stare tranquilla…che io non sono bella…io sono bellissima…e tu non mi farai male…Mi abbracci dolcemente…ed io mi scosto…non mi lascio toccare….mi copro i seni…mi copro il pube..e ti dico che non so se sono all’altezza di te….Mi vergogno….mi hanno fatta sentire sporca…brutta…marcia….ed ora non riesco a donarmi a te con tutto l’amore che ho dentro di me e che aspettava solo te per venir fuori… Ma non riesco…”Ti prego…non toccarmi…allontanati da me….tanto mi farai altro male….Non capisci che ho paura persino di me stessa? …Ho paura di non essere desiderabile ai tuoi occhi…ho paura di non piacerti…ho paura che del mio amore non te ne farai nulla..se non un’arma in più per fare di me tutto ciò che ha fatto lui….”No…io non sono così”…e me lo dici non una..ma mille volte….anche duemila volte….e sono talmente tante le volte che me lo ripeti che le tue parole diventano per me quel ritornello che ormai so a memoria e che non riesco a smettere di cantare…Mi dici anche che mi dimostrerai ciò che mi stai dicendo……..e me lo dici così…sottovoce e dolcemente….”Lo so…di parole ti hanno riempito la testa…e ora sei stanca delle parole che per te ora non sono niente…non sono più niente….ma tu sei bella…credimi….il tuo corpo è bello…ma lo è di più questo tuo cuore impaurito che trema al solo pensiero che un uomo possa sussurrargli nuove parole d’amore….Dammi la mano…vieni con me…non voglio farti male….voglio soltanto che tu torni ad innamorarti di te stessa….per poi darmi la possibilità di amarti come devi essere amata…perchè tu meriti di essere amata….tu l’amore ce lo hai dentro… Togli le mani dal tuo corpo…lasciati vedere…lasciati abbracciare…lasciati baciare…lasciati amare….perchè tu sei bella….Piangendo ti rispondo così…” Io vorrei crederti….Io vorrei tanto crederti… Aiutami a crederti….”

 

abbracciodonnauomo

Prove tecniche di trasmissione……Quando arriva la pubblicità?…

Ho iniziato a sudarmi la vita quando avevo 19 anni…..Poco propensa allo studio….e molto ben disposta a una indipendenza economica che mi avrebbe permesso di spiccare il volo alla ricerca di una identità più marcata. Poi….i sogni….diventarono quella tentazione alla quale non puoi sfuggire, esattamente come fece Eva nel Paradiso terrestre….e la mia identità diventò con gli anni sempre più sbiadita. Ho rincorso uomini sbagliate…mi sono persa in storie sbagliate perdendo anche me stessa nel tentativo di conquistarmi un posto nel mondo….e ora…a cinquant’anni compiuti a maggio…sono seduta su una sedia, davanti a un pc, a guardare uno schermo cercando di trovare le parole adatta per parlare a me stessa… E’ tardissimo per la mia mente stanca, fa un caldo bavoso e ho lavorato fino a pochi minuti fa. Mi sta facendo compagnia la televisione accesa e le voci di Hugh Grant e Julia Roberts che nel mentre io scrivo stanno raccontando la loro favola dal lieto fine.. Ma come mai la vita non è un film?. La vita invece è quel calvario perenne di problemi e resposabilità che fanno arrivare a fine giornata sfiniti, stremati, stanchi persino di pensare che domani è un altro giorno…e sarà un giorno migliore…. Deve essere un giorno migliore, e non soltanto per me,  perchè di giorni peggiori ne abbiamo vissuti abbastanza…e l’impossibile è sempre rimasto impossibile…. Ma se ci pensi bene l’impossibile non esiste….l’impossibile è soltanto quel pensiero sbagliato che si insinua nella nostra mente quando qualcun altro più furbo di noi gioca con le nostre debolezze facendoci credere di non essere mai all’altezza di situazioni e persone…E a dar retta agli altri alla fine ci si convince davvero di essere ancora meno di quel che gli altri vogliono farci credere.  E’ tutta questione di autostima…di fiducia in noi stessi e nelle nostre potenzialità. Io faccio a botte da sempre con l’autostima…seppellita da fiumi di parole che mi hanno sputato in faccia con violenta arroganza..fino a farmi diventare piccola come una formica che con tanta fatica cerca di conquistarsi le sue briciole per l’arrivo imminente dell’inverno. Il lavoro più duro che sto facendo su me stessa è riconquistare me stessa….tornare a volermi bene dopo aver voluto troppo bene ad altrui persone dimenticando che la persona più importante con la quale avrei passato tutta la mia vita…sono io…Sto recuperando? Non direi proprio….E’ una lotta continua e giornaliera per non perdermi nel bosco di Cappuccetto Rosso e il lupo cattivo…che alla fine tanto cattivo non è… Come dico spesso il lupo aggredisce per fame…I veri lupi che aggrediscono per aggredire in realtà sono esseri umani…detti bipedi….e camuffati da agnelli dal viso dolce e rassicurante…. L’abito non fa il monaco…giusto? Questo è uno dei detti più azzeccati di una lunga lista di aneddoti, proverbi…frasi fatte e non fatte….parole dette e non dette….Non amo molto i monaci…ma non sono neanche così ipocrita da poter asserire che tutto il resto del  genere umano è da prendere come esempio…  L’unico esempio da prendere in considerazione sono i comportamenti….ossia fatti e non parole…perchè a parole siamo dei geni….soprattutto con le vite degli altri….A che punto sono arrivata? Oddio…mi sono persa anche questa volta….ma non importa… Questo mio blog è stato creato per parlare di me…a me stessa….e per ritrovarmi devo sempre perdermi…..Devo ricordarmi di mettere in tasca dei sassolini come Pollicino…..E’ uno dei modi più semplici per ritrovare la strada perduta….

Mi presento….

Da cosa parto? Dalla poca autostima che ho sempre avuto di me. Colpa di chi? Colpa d’Alfredo? No….colpa di due genitori che hanno sempre pensato che mettere al mondo figli è come avere dei pacchi postali che puoi dimenticarti da qualche parte in attesa di riprenderli e di scartarli per vedere cosa c’è dentro….”Stai zitta, tanto non capisci niente” Queste sono le parole più ricorrenti uscite dalla bocca di mio padre…E questo è stato il motivo principale per cui i miei lunghi capelli erano sempre sugli occhi che erano sempre coperti da un paio di occhiali grandi e spessi. Sempre all’ultimo banco con la testa china sul banco e sempre con quella lacrima pronta a scendere sul viso. Mi è sempre mancato l’amore dei miei genitori…e continua a mancarmi. Le mie carenze affettive mi hanno portato ad essere “avida” d’amore…e a vedere l’amore anche dove l’amore non c’è. E sdentata  dopo sdentata sono “cresciuta”…per modo di dire….perchè di crescere non si smette mai…e forse non bisognerebbe mai crescere….perchè crescere non è poi così bello. L’amore per me è al primo posto dei miei bisogni…più spirituali che materiali. Due cuori e una capanna è il detto che più mi rappresenta perchè il mio Principe Azzurro per essere un vero Principe, non deve avere il cavallo bianco, bensì deve avere braccia grandi e forti per proteggermi da una vita che mi ha massacrata a tal punto da farmi indietreggiare di fronte a chi “tenta”di parlarmi d’amore. Io l’amore l’ho letto, ne ho sentito parlare, l’ho visto, l’ho giudicato…non sempre bene… e ora…voglio soltanto viverlo…l’importante è che sia amore e non un calesse…..Sembro una donna d’altri tempi….e forse lo sono….perchè sono molto legata a quella famiglia che non ho mai avuto e che desidero avere con tutte le mie forze….ma ho anche io i miei difetti… Sono istintiva…troppo…..e basta un niente per accendere la mia ira…come basta un altrettanto niente per placarla….forse basta un semplice sorriso e un abbraccio….Testona fino all’inverosimile….e quando mi punto su una cosa, su una persona o su un obiettivo….vado avanti a testa bassa fino a quando non sono arrivata al traguardo…e poco importano i no…le umiliazioni….le offese….gli insulti…..quel traguardo deve essere mio…a tutti i costi…e il più delle volte lo raggiungo grazie alla mia determinazione….che a volte spaventa….o meraviglia….dipende dalla persona che mi “vive”…Al momento ho solo spaventato con la mia testa sbattuta contro il muro pur di non arrendermi a una realtà che non mi piace….e di obiettivi ne ho raggiunti ben pochi…o per lo meno di obiettivi soddisfacenti…….ma ho la testa dura…nessun muro si è ancora spaccato…Il mio peggior difetto?…ne ho più di uno…. Uno dei più importanti è la rabbia che riesce ad assumere toni epicali quando vengono colpite troppo duramente le corde del mio cuore…. E’ come avere a che fare con Dott. Jeckill e Mr Hyde…due persone diverse tra loro che si trasformano a seconda degli eventi. In pochi mi hanno visto trasformata dalla rabbia…ma quei pochi non dimenticheranno mai…..la mia espressione sul viso quando la rabbia ha preso il sopravvento…Un’altro difetto importante…è pensare che gli altri siano come me….Sbagliato…molto sbagliato…..Ognuno è a sè…con pregi e difetti che non posso associare a me stessa…..E non posso nemmeno pretendere che gli altri pensino come me….sarebbe come avere a che fare con il mio alter ego…e la mia condivisione con gli altri di ciò che sono non sarebbe allora così difficile come lo è ora….Gli uomini? Ultimamente ho un brutto rapporto con gli uomini…. Forse dovuto alle tante delusioni avute….forse a causa delle tante lacrime versate per loro….forse per le tante promesse da loro mai mantenute….ora mi tengo a distanza dagli uomini….Ho la repulsione del contatto fisico..di un bacio…di un ipotetico rapporto fisico…No…vade retro satana….Gli uomini ora mi spaventano….o forse, più semplicemente parlando, sto cercando un uomo speciale….un uomo che possa capire tutte le mie paure….un uomo che riesca a capire che dietro al peggio che ora mostro senza ritegno c’è anche il meglio….che ora mi sono stancata di dare perchè ci hanno sputato sopra….e ora per vedere il meglio di me devono tirarmelo fuori…altrimenti rimane nascosto in quell’angolo con la consapevolezza che se riuscirai a sopportare il peggio di me….probabilmente un giorno ti sarai conquistato il meglio…. La politica la odio….tante belle parole e fatti costruiti su misura, come una seconda pelle sulla persona che le dice il cui intento è soltanto quello di continuare a mettercela nel culo dolcemente….La musica è l’amore più importante della mia vita….dopo Roberto naturalmente…e questo è fuori discussione….perchè tutti conoscono Roberto…quel dolce angioletto che all’età di 22 anni è volato tra le stelle..non prima però di avermi insegnato il significato della parola Amore…che è molto di più di una semplice parola….ma che purtroppo per tanti rimane una semplice parola…ed è per questo motivo che in pochi riescono a vivere l’amore come dovrebbe essere vissuto…Perchè il vero amore è quello vissuto tra le difficoltà di una vita che fa di tutto per spegnerlo….e riuscire ad alimentarlo nonostante le difficoltà…beh…è una vittoria non indifferente….è Amore con la “A” maiuscola….Odio l’arroganza….anche se…so essere molto arrogante con chi lo è con me. La gentilezza non è da tutti e non è per tutti….ma se tutti noi fossimo un pochino più gentili con il nostro prossimo forse questa umanità farebbe un pò meno schifo….Altri difetti? Ne ho tanti….ma come sempre accade, al momento di ricordarli me li dimentico….volutamente? …..Ma no…semplicemente sono talmente cuciti addosso a me come una seconda pelle che non li considero neanche più difetti….ma semplicemente una parte “difficile” di me…e più che difetti sono “ripicche” che faccio nei confronti della vita quando la vita mi dà quello schiaffo morale e fisico da lasciarmi seduta sul pavimento con tante domande e poche risposte….Da domani sarò diversa….sarò più cattiva….sarò più antipatica…sarò meno socievole….sarò tante cose che poi alla fine non riesco mai ad essere….perchè la vera Cri..è quella che nonostante tutto vuole continuare a credere alle favole…vuole continuare a cercare il suo Principe Azzurro…e vuole sempre dare una seconda possibilità a chi si è giocata la prima più di una volta…..Coglioni si nasce…non si diventa….. ed io lo nacqui ;-)